ciò che viene dopo è progresso (?)

paradigma

[CLETO MORONI, “La Messa non è finita”, in ‘Il Covile’, 14 (2022) 640, web] L’intento della riforma è stato quello di allinearsi alla rivoluzione liturgica protestane, dove non è più il Santo Sacrificio dell’altare ad essere lo scopo principale del rito, bensì (seppure non negandolo, come fanno invece i luterani e tutte le credenze che da questo ceppo sono sorte) … Continua a leggere

P.N.C. e Q.I.

asino

D’altronde, proprio riguardo alla liturgia, J. Ratzinger aveva già avuto occasione di esprimere la propria posizione diversi anni fa: “Alcuni addetti ai lavori vorrebbero far credere che tutte le idee non perfettamente conformi ai loro schemi sono un ritorno nostalgico al passato […]. Non se ne può più! Lo dicono solo per partito preso. Bisogna riflettere seriamente sulle cose e … Continua a leggere

aufer a nobis quaésumus Domine …

Concilio-vaticano-II-1068x668

dalla prefazione di Albert Malcolm Ranjith (Segretario emerito della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti) al libro “Riforma della riforma liturgica” di don Claudio Crescimano Che inizialmente il lavoro del Consilium per la realizzazione delle riforme Conciliari non fosse bene gestito, diventa chiaro quando si leggono i diari del Cardinale Ferdinando Antonelli, membro dello stesso. In una … Continua a leggere

Ecclesia semper reformanda

Corpus-Domini-1-768x480

dalla prefazione di Albert Malcolm Ranjith (Segretario emerito della Congregazione per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti) al libro “Riforma della riforma liturgica” di don Claudio Crescimano L’allora Cardinale Joseph Ratzinger, in un convegno tenuto nel luglio 2001 a Fontgombault (Francia), disse: “Però in questo progresso reale che il movimento liturgico portò – il quale ci guidò verso il Vaticano … Continua a leggere

a communi observantia non est recedendum …?!

concilio-vaticano2

Il Card. Joseph Ratzinger parlando della riforma liturgica postconciliare disse: “Il risultato [di codesta riforma] non è stato una rianimazione, ma una devastazione […]. Al posto della liturgia frutto di uno sviluppo continuo, è stata messa una liturgia fabbricata. Si è usciti dal processo vivente di crescita e di sviluppo per entrare nella fabbricazione. Non si è più voluto il … Continua a leggere

parli ora o taccia per sempre

98864

“Nel rapporto con la liturgia si decide il destino della fede e della Chiesa”, disse l’allora cardinale Ratzinger. L’umanesimo, il razionalismo, l’archeologismo, l’utilitarismo, il modernismo, assieme a tutti gli altri ismi sulla base dei quali i riformatori hanno compiuto la propria opera tra gli anni Sessanta e Settanta, hanno prodotto una liturgia inadeguata alla sua stessa essenza teologica, non all’altezza … Continua a leggere

Vespro San Filippo

Senza titolo

AD VESPERAS IN DIE 26 MAII Festo Sancti Patris Nostri Philippi Nerii confessoris et fundatoris Congregationis Oratorii   L’introito suonato all’organo accompagna la processione d’ingresso dei ministri preceduti dal servizio liturgico e dai pivialisti; il vespro solenne, infatti, si caratterizza per il canto a due cori, oltre che l’incenso e le candele. Giunto alla sede il presidente da solo intona l’incipit … Continua a leggere

Novena di Natale

statua-gesu-bambino-di-praga-in-resina

“Arriva il Re Signore, venite adoriamo”: è annuncio e invito a un tempo. L’invitatorio che introduce la novena presenta le antiche profezie che annunciavano la venuta del Messia, quanto vedremo realizzarsi a Natale. Il canto delle profezie enumera le promesse fatte dal Signore per bocca dei profeti e acclama “Regem venturum Dominum, venite adoremus”. Michea predisse che il re d’Israele … Continua a leggere

Compieta della domenica

R

Silenzio e penombra nella piccola chiesa del Seminario. Iube domne benedicere, canta il Lettore, con voce chiara; gli fa eco la benedizione del celebrante: Noctem quietam et finem perfectum concedat nobis Dominus omnipotens. Comincia nell’austerità, la preghiera della notte: non è più tempo di inutili panegirici, di vacui commenti. È l’ora, questa, dell’abbandono fiducioso nella braccia di Dio. Compieta: ultimo … Continua a leggere

actuosa partecipatio

hqdefault

Armando Pierucci è un frate minore diplomato al Pontificio Istituto di Musica Sacra con un invidiabile ed encomiabile curriculum vitae. Al momento della ripresa a tutti gli effetti dell’attività corale nelle chiese, p. Armando ha voluto esternare in qualche rigo un suo appello ai coristi di tutto il mondo: Una parola ai cori delle chiese. Questi giorni i cori si … Continua a leggere